YEMEN

Grazie alla sua posizione tra il Golfo di Aden e il Mar Rosso, lo Yemen è stato un luogo di transito chiave per i migranti africani in cerca di opportunità di lavoro in Arabia Saudita. Ad agosto, Human Rights Watch ha documentato una rete di contrabbandieri, trafficanti e autorità nello Yemen che rapiscono, trattengono e picchiano i migranti etiopi ed estorcono loro o alle loro famiglie denaro all’arrivo.
I migranti che riescono a sfuggire alla cattura e alla detenzione da parte dei trafficanti yemeniti hanno una vita ad aumentato rischio mentre viaggiano attraverso aree di combattimenti attivi nello Yemen. I viaggi dei migranti sono spesso ritardati a causa di scontri tra forze Houthi e gruppi in linea con la coalizione. Gli Houthi e le forze in linea con il governo yemenita hanno anche arrestato, abusato e deportato i migranti. Circa 260.000 etiopi, in media 10.000 al mese, sono stati deportati dall’Arabia Saudita in Etiopia tra maggio 2017 e marzo 2019, secondo l’IOM, e le deportazioni sono continuate. Dei circa 500.000 migranti etiopi che si trovavano in Arabia Saudita quando sono iniziate le campagne di espulsione nel 2017, è probabile che la maggior parte abbia attraversato lo Yemen e affrontato le difficoltà documentate da Human Rights Watch.