Jaime Breilh : ” Critical Epidemiology “

Jaime Breilh : ” Critical Epidemiology “

Questo ritmo vertiginoso e basato sulla tecnologia di concentrazione della ricchezza pone i diritti umani e quelli della natura in una situazione precaria. La frenetica espansione della società consumistica postmoderna ci rende ostaggi di una civiltà che ha imposto una nuova logica di vita, nuovi principi di organizzazione e nuovi ritmi di vita chiaramente incompatibili con un’etica sana.
L’avidità e la sua controparte dell’individualismo filosofico hanno fatto deragliare i fondamenti materiali e spirituali del bene comune che alimentavano il benessere e rendevano praticabile la democrazia. L’ingiustizia strutturale e l’estrema miopia politica stanno spingendo il nostro pianeta verso un vero abisso sociale, sanitario, ambientale e morale.

Jaime Breilh : ” Critical Epidemiology “

Jaime Breilh : ” Critical Epidemiology “

Diseconomie di scala: nella misura in cui un’azienda cresce in modo sproporzionato, compaiono economie di scala (ad esempio, intricato sistema di controllo interno, crescita dell’avidità dei dipendenti e crescente disadattamento del mercato). Il crescente potere determina che man mano che un’azienda cresce, inizia a godere di diversi tipi di vantaggi che hanno meno a che fare con l’efficienza dell’operazione e più con la sua capacità di esercitare potere economico e politico, sola o insieme ad altre.